Documento unico di programmazione (DUP)

Caratteristiche in pillole

  • E' utilizzato sia per la stesura del DUP provvisorio (31 luglio) che di quello definitivo (Bilancio di previsione)
  • E' provvisto di immagini, tabelle, grafici e testi già memorizzati, che rendono il risultato finale molto accattivante
  • L'importazione dal gestionale di contabilità rende superfluo il caricamento della maggior parte dei dati
  • Il servizio gratuito di importazione dati opera due volte, sia nella stesura provvisoria che definitiva del DUP
  • Elabora un documento conforme a quanto richiesto dal principio contabile applicato della programmazione
  • Consente la pubblicazione del DUP sul sito istituzionale dell’ente

Normativa

  • Gli strumenti di programmazione degli enti locali sono "(..) il Documento unico di programmazione (DUP), presentato al Consiglio, entro il 31 luglio di ciascun anno, (..) l’eventuale nota di aggiornamento del DUP, da presentare al Consiglio entro il 15 novembre di ogni anno (..)" (PaP, punto 4.2)
  • il DUP "(..) è lo strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa degli enti locali e consente di fronteggiare in modo permanente, sistemico e unitario le discontinuità ambientali e organizzative. Il DUP costituisce, nel rispetto del principio del coordinamento e coerenza dei documenti di bilancio, il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione" (PaP, punto 8)

Qualche informazione in più

  • Suddiviso nella sezione strategica ed in quella operativa, si presenta nella forma di una relazione articolata, provvista di immagini, tabelle, grafici e testi già memorizzati, che rendono il risultato finale molto accattivante
  • Il servizio di importazione dati dal gestionale di contabilità finanziaria rende superfluo il caricamento della maggior parte dei dati per cui il prodotto si avvicina ad un servizio "chiavi in mano"
  • Le immagini proposte in ogni pagina del DUP sono facilmente sostituibili dall’utente, adattandole alla propria realtà
  • I testi memorizzati, come tutti i grafici, le tabelle e la formattazione delle pagine hanno una colorazione moderna che ne esalta l’impatto estetico
  • È molto apprezzato da chi non si accontenta di presentare in Consiglio lo scarno modello ma desidera esporre le scelte programmatiche con professionalità e una forma estetica accattivante